Sottorete Shop
Oggi è


     
Tecnica
SHOP
Galleria Foto
Risultati
Classifiche
Calendari
Siti Amici
Links
new Inserisci Comunicati new
Aggiungi un sito
Lo Staff
Collabora con noi
Registrati
Contatti










Club Atletico Bari Volley a un passo dai playoff: Gela sconfitto 3-1 e terzo posto assoluto riconquistato

  Il Club Atletico Bari Volley è di nuovo in pole position per raggiungere l’obiettivo playoff. Con una partita maiuscola sotto il profilo tecnico e feroce dal punto di vista agonistico la formazione del Presidente Vastano ha compiuto un’impresa che resterà scolpita nella memoria di chi ha avuto la fortuna di assistervi, battendo per 3 set a 1 la corazzata Gela e superando in classifica la diretta concorrente Molfetta, che ha lasciato per strada un punto a Marcianise. Per tagliare definitivamente il traguardo spareggi promozione Minafra e compagni dovranno completare l’opera la prossima settimana a Spoleto, vincendo senza andare al tie-break contro gli umbri dell’ex Bucaioni, che ormai non hanno più nulla da chiedere al campionato, ma che senza dubbio onoreranno il torneo con la consueta correttezza. Ma se giocano con la stessa straordinaria intensità mostrata con i fortissimi siciliani, i gialloblu del capoluogo pugliese non devono temere alcun avversario.
Squadre in campo con le formazioni annunciate. Tra le file baresi Rossella Vastano, sostituta dello squalificato Nacci, sceglie Laterza in cabina di regia, Di Fino sulla diagonale, De Tellis e Lacalamita al centro, Fiore e Rinoldo schiacciatori-ricevitori, Basile libero. Dall’altro lato della rete il tecnico Rigano risponde con Benassi al palleggio, Cortina opposto, Rija e Bassi centrali, Martinengo e Garilli di banda, Messana libero.
C’è equilibrio a inizio gara, ma si capisce sin dalle prime battute che il sacro fuoco della determinazione abbonda negli sguardi dei giocatori del Bari Volley. A metà della prima frazione la formazione di casa rompe gli indugi e comincia a forzare il servizio in modo sistematico. Prima Rinoldo, poi Fiore mandano ai matti la ricezione siciliana, trascinando i gialloblu alla conquista del primo set, cosa che si concretizza, neanche a dirlo, con un ace di Rinoldo (25-19). Solido e ispirato, il team barese continua a dominare anche nel secondo parziale. Di Fino e Fiore in attacco, De Tellis a muro sono devastanti, a metà set la vice-capolista del girone C di B1 appare in ginocchio (19-13). Ma i biancazzurri di Mister Rigano non ci stanno a recitare da comparse: prima accorciano le distanze (23-20), poi spaventano i rivali annullando ben tre palle set consecutive. Al quarto tentativo è ancora Rinoldo a sbloccare una situazione che si stava complicando per i padroni di casa, con un perfetto diagonale che porta Bari avanti di due frazioni (25-23). Ma Gela è ufficialmente entrato in partita e lo dimostra nel terzo set. La gara si fa intensa e vibrante. Dopo il secondo time-out tecnico gli ospiti prendono il largo con gli attacchi di Rija e Cortina e i muri di Bassi (16-20). Ma Fiore e soci mettono in campo tutto il loro orgoglio, replicando al break dei nisseni (21-21) e ribattendo colpo su colpo all’offensiva siciliana. Ai vantaggi sono però Benassi e compagni a mantenere la giusta lucidità: Fiore manda fuori un attacco in diagonale, Rija chiude la frazione, stoppando a muro Rinoldo (24-26). I gelesi cominciano seriamente a credere nella rimonta quando a metà di un quarto set fino a quel momento equilibrato allungano in modo deciso con Cortina e Rija (15-20). Qui si compie il capolavoro dei gialloblu del Presidente Vastano: con grinta e caparbietà fuori dal comune rimontano lo svantaggio (20-20), non si fanno condizionare da un’ammonizione comminata a Di Fino (20-21), annullano un set-point con Rinoldo (24-24) e si aggiudicano la sospirata e meritatissima vittoria con un magnifico muro di Laterza su Di Pasquale (27-25).
“Ci abbiamo messo tecnica ma soprattutto cuore” – il commento a fine gara di Jerry Rinoldo, schiacciatore del Bari Volley – “quello che ci voleva contro la seconda forza del torneo che finora aveva perso solo tre partite. La differenza l’ha fatta la nostra battuta aggressiva che specialmente nei primi due set ha messo in difficoltà la ricezione dei nostri avversari. Poi Gela ha mostrato tutto il suo valore, la loro reazione è stata veemente e noi abbiamo cominciato a soffrire. Ma non ci siamo arresi, nemmeno quando ormai sembra che il tie-break fosse inevitabile, ci abbiamo messo anima e cuore e siamo riusciti a spuntarla. Adesso è tutto nelle nostre mani. A Spoleto dobbiamo vincere a tutti i costi: non possiamo fermarci proprio ora, a un passo dall’obiettivo”.

CLUB ATLETICO BARI VOLLEY - LUCAUTO HERACLEA GELA 3 – 1 (25-19; 25-23; 24-26; 27-25)
CLUB ATLETICO BARI VOLLEY: Laterza 2, Di Fino 20, De Tellis 11, Lacalamita 6, Fiore 23, Rinoldo 15, Basile (L) 81% (81%), Minafra, Fiorentino, Albanese n.e., Carella n.e., Anselmo n.e. All. Vastano R.-Bruno
LUCAUTO HERACLEA GELA: Benassi 3, Cortina 11, Rija 15, Bassi 18, Garilli 6, Martinengo 7, Messana (L) 81% (63%), Di Pasquale 2, De Fina, Di Grande, Floresta, Salonia. All. Rigano
Arbitri: Stefano De Biase di Teramo e Claudia Landone di Pescara. Note: Ammoniti Rija (G) e Di Fino (B)
BARI: Bp 2, Bs 14, Mp 8; GELA: Bp 4, Bs 8, Mp 16



Tratto da Roberto Colella, ufficio stampa Club Atletico Bari Volley

.:: Area Riservata ::.
Nome utente

Password

Ingresso Automatico
.:: News dai campionati ::.
  Serie A1    
Serie A2
Serie B1
Serie B2
Serie C
Serie D
Altre Categorie



.:: Un occhio su ::.



Imposta come pagina iniziale - aggiungi ai preferiti - Segnala un sito