Sottorete Shop
Oggi è


     
Tecnica
SHOP
Galleria Foto
Risultati
Classifiche
Calendari
Siti Amici
Links
new Inserisci Comunicati new
Aggiungi un sito
Lo Staff
Collabora con noi
Registrati
Contatti










Intervista a Roberta Bergamini

 
A causa di alcuni inconvenienti tecnici, la società Pallavolo Celadina, nella persona dell'addetto stampa, si scusa per il lungo silenzio “forzato”, e riprende le pubblicazioni inerenti la squadra di Serie C che, dopo otto giornate di campionato, sette quelle disputate dalla formazione rossoblù, si trova al secondo posto in classifica, pienamente in linea con le ambizioni di inizio torneo.
Ci eravamo lasciati presentando, prima della sosta del 6 dicembre, le partite contro Besanese, Ghiringhelli e Calvisano, come incontri facili: ebbene, dei nove punti preventivati ne è stato lasciato solo uno a Besana Brianza, per il resto la squadra (compreso il match casalingo contro la Padernese da tre punti) ha fatto ampiamente il suo dovere, ed ora si accinge ad affrontare il Visco Model di Milano-Lampugnano (nda: al momento in cui questo articolo sarà on-line probabilmente la partita si sarà già disputata) prima della sosta natalizia, dopo la quale sarà un gennaio tremendo come spiega in questa breve intervista la schiacciatrice Roberta Bergamini.

Roberta, facciamo il punto della situazione.
-Allora, siamo seconde in classifica dopo otto giornate di campionato, che però per noi sono sette, e quindi rispetto al Rovato che è in testa, noi abbiamo due partite in meno, perché loro intelligentemente hanno anticipato il turno del 6 gennaio e hanno vinto per 3 a 2 a Senato, per cui loro hanno giocato durante la pausa dell’Immacolata (nda: turno del 6 dicembre), così loro avranno una settimana intera per preparare la partita contro di noi, mentre noi giocheremo contro il Valbrembo. Quindi abbiamo sette punti di distacco (nda: al momento dell’intervista la squadra stava preparando la partita di sabato 20 dicembre contro il Milano-Lampugnano)…
 
In teoria i punti potrebbero essere…1. Tanto poi anche loro saranno ferme per due partite rispetto a voi. E per il resto come sta andando la squadra?
-Non siamo ancora al 100% della nostra normalità: non abbiamo ancora raggiunto la perfezione, come per i playoff l’anno scorso, non tanto a livello tecnico ma quanto a carica agonistica.
 
Ha forse inciso il fatto di avere incontrato squadre “facili”?
-Sicuramente ciò ha influito sulle nostre prestazioni, però da sabato incominciano le partite vere, impegnative che ci faranno capire come siamo veramente.
 
Un po’ hanno influito anche tutte le varie soste, da quella forzata dovuta alla scomparsa del nostro caro Presidente, Perico, a quella del 6 dicembre, per cui il vostro campionato finora è stato molto “frastagliato”…
-Sì, esatto: anche quello ha influito. Due settimane fa dopo la partita contro Calvisano avevamo raggiunto una forma buona e un buon livello, e abbiamo dovuto fermarci di nuovo; ed è difficile “stabilizzarci”…Ora dopo la prossima sosta avremo un periodaccio…
 
E infatti, gennaio per voi sarà un bel tour de force perché subito il 6 gennaio giocherete il derby contro Valbrembo in casa, e tra l’altro non avete l’abitudine di giocare nel giorno dell’Epifania; poi dopo lo scontro diretto del 10 gennaio a Rovato, avrete Bedizzole in casa e Senato in trasferta prima dell’infrasettimanale di giovedì 29 gennaio a Pralboino, che recupera la partita che non avete giocato all’andata…
-E poi al ritorno giocheremo in casa, per cui magari è anche meglio.
 
Ed è un bene o meno il fatto che giocherete così tante partite in poco tempo? Visto che magari, dopo tanti allenamenti, si scarica la tensione in partita e si verificano anche i progressi o meno che fate in allenamento…
-Secondo me è anche un bene, lo vediamo dal lato positivo: ci diamo sotto, non abbiamo molte pause, saranno partite impegnative che dovrebbero aiutarci a rimanere concentrate, e quindi può essere positivo.
 
Conoscete già qualcosa della vostra avversaria diretta, il Rovato? Fermo restando che, come un po’ tutte le tue compagne mi hanno detto in precedenza,  il vostro obiettivo è la promozione diretta. Conoscete già qualcosa di loro e quali sono i loro punti forti, alla luce dello scontro diretto?
-E’ una squadra impegnativa sotto tutti gli aspetti: il libero è abbastanza forte. E’ comunque una squadra completa, magari non di grosse individualità, ma affiatate e amalgamate bene. Non hanno una giocatrice dal picco elevato di gioco, ma è tutta la squadra che gioca bene, ed è questo l’elemento più pericoloso di loro.
 
Archiviato il Visco (come ho spiegato più sopra) l’altra squadra da tenere d’occhio è il Valbrembo, che conoscete bene, è terzo in classifica, anche se ha perso contro il Rovato, il che testimonia della squadra che è il Rovato; e poi vi aspettano Bedizzole e Senato, cosa temete di loro?
-Il Valbrembo è il nostro peggiore nemico, le conosciamo a memoria come sono, le abbiamo incontrate un sacco di volte e ogni volta è una partita che fa storia a sé: non fa testo, noi conosciamo loro e loro conoscono noi ed ogni volta è un risultato diverso; sarà una partita difficile aperta a tante varianti. Il Bedizzole è una buona squadra ma non molto impegnativa, non mi ricordo molto dell’anno scorso, se non che avevamo giocato bene tutte. Il senato…mi ricordo una palestra orribilissima, la squadra l’abbiamo battuta ai playoff…
 
Con che spirito affronterete queste partite?
-Con uno spirito da vincenti!
 
Bella risposta: IN BOCCA AL LUPO, allora! A te e a tutta la squadra.
 
Edoardo Beltramelli




Tratto da www.pallavoloceladina.it

.:: Area Riservata ::.
Nome utente

Password

Ingresso Automatico
.:: News dai campionati ::.
  Serie A1    
Serie A2
Serie B1
Serie B2
Serie C
Serie D
Altre Categorie



.:: Un occhio su ::.



Imposta come pagina iniziale - aggiungi ai preferiti - Segnala un sito